Experience Music Academy

Experience Music Academy

Massimiliano Titi

Massimiliano Titi

Per Experience Music Academy insegna: Music Maker

Curriculum

Massimiliano Titi, autore, arrangiatore, fonico e produttore. Nel 2007 si è classificato al secondo posto al Festival di Sanremo 2007 nella categoria giovani con il brano “Bivio”, interpretato da Stefano Centomo. Dopo varie esperienze nel settore musicale, nel 1999 apre a Verona lo studio Maxy Sound dove attualmente lavora. Ha ricoperto il ruolo di direttore del personale presso l’Accademia Musica Moderna di Verona e di promoter presso Azzurra Music s.r.l. Durante questa collaborazione ha curato progetti di artisti come Bruno Lauzi, Sergio Endrigo, Rossana Casale, Franco Simone, Franco Battiato, Bobby Solo, Francesco Baccini, Roberto Vecchioni, Jerry Calà, Joe Damiani, ecc… In qualità di autore ha composto centinaia di brani, alcuni dei quali sono entrati nelle classifiche di vendita e programmati dai principali network radiofonici. Ha inoltre composto ed arrangiato canzoni per alcuni dei principali artisti della canzone italiana. Ha realizzato musiche utilizzate per servizi del TG1, dal programma televisivo Overland e da altre trasmissioni nazionali. Nel 2005 ha prodotto un cd di musiche di commento sonoro pubblicato e distribuito da Play Press Publishing in oltre 30.000 copie. Le musiche di questa raccolta sono state inserite in numerosi DVD aziendali e documentaristici. Nello stesso anno ha firmato la colonna sonora del film “Il cielo può attendere” (con E.Costa, E.Jacchetti, V. Gravina, M.T. Ruta…) per la regia di Bruno Gaburro. Nell’estate del 2006 ha realizzato la parte tecnica e musicale del programma radiofonico “Lettere d’amore” di Rita Colantonio, in onda per 14 puntate nella prima serata del sabato su RADIO 2. Ha scritto, arrangiato e prodotto la canzone “Ciao Ciao” per il comico/regista Mr. Lui, esilarante personaggio di Italia Uno pubblicata nel 2007 su etichetta Sony/Bmg. E’ coproduttore, autore ed arrangiatore dell’album “Respirandoti” (Time/Universal) di Stefano Centomo.